L’Argentina è un paese ricco di folclore e tutte le occasioni sono buone per festeggiare! Nel mese di marzo in particolare si tengono delle feste per festeggiare due bevande: il vino durante la festa della vendemmia e la chicha durante la festa nazionale della chicha, nella città di La Caldera.

La chicha è una bevanda (in generale alcolica ma vi sono anche ricette senza alcohol) a base di farina di mais. La sua invenzione è molto antica e, come spesso accade, fu la conseguenza di un errore e nacque per puro caso. La tradizione narra che durante l’impero Inca le abbondanti piogge fecero sì che il mais che era stato raccolto si deteriorasse e fermentasse. Per questo fu buttato ma un pover uomo che rovistava nella spazzatura in cerca di qualcosa da mangiare lo trovò e finì per ubriacarsi. In seguito divenne addirittura la bevanda preferita della nobiltà Inca e si utilizzava durante rituali e cerimonie.

La chicha si può trovare in tutta l’America Latina: ogni paese ha la sua particolare ricetta. La nazione dove è più diffusa è il Perù. Si può preparare con diversi tipi di mais e per questo motivo può avere colori e sapori differenti. Spesso la bevanda fermentata viene mescolata a succhi di frutta, per esempio di fragole e mele.

Ciò che è importante dire riguardo la chicha de Jora (la varietà più comune in Perù) è che non è considerata una bibita importante solo per il suo sapore, ma anche perché offre moltissimi benefici per la nostra salute:

- Ha proprietà diuretiche e aiuta a perdere peso;

- Aiuta a rilassarci quando ci sentiamo stanchi;

- Possiede delle proprietà medicinali contro le malattie al cuore e aiuta ad abbassare la pressione arteriosa;

- Contiene enzimi e zinco;

- Aiuta a far sì che gli uomini non soffrano di problemi alla prostata;

- Aiuta ad eliminare le tossine;

- Aiuta a prevenire l’influenza.

Cos’altro potremmo desiderare?! Provala  subito!